Warning: Creating default object from empty value in /home/customer/www/fippa.it/public_html/wp-content/themes/Virtue/themeoptions/inc/class.redux_filesystem.php on line 29

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/customer/www/fippa.it/public_html/wp-content/themes/Virtue/themeoptions/inc/class.redux_filesystem.php:29) in /home/customer/www/fippa.it/public_html/wp-content/plugins/simple-membership/classes/class.swpm-init-time-tasks.php on line 20
AGGIORNATO IL PROTOCOLLO COVID GOVERNO - PARTI SOCIALI - FIPPA

AGGIORNATO IL PROTOCOLLO COVID GOVERNO – PARTI SOCIALI

Il Governo ha  siglato il 6 aprile con le parti sociali l’aggiornamento del  protocollo  delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS – COV – 2/COVID 19 negli ambienti di lavoro,.

Il presente accordo aggiorna e rinnova i precedenti accordi.(il 14 marzo e il 24 aprile 2020).

In premessa, il nuovo accordo raccomanda :

  • il massimo utilizzo, ove possibile, della modalità di lavoro agile o da remoto da parte dei datori di lavoro privati,
  • che siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva;
  • che siano assunti protocolli di sicurezza anti-contagio, fermo restando l’obbligo di utilizzare dispositivi di protezione delle vie respiratorie previsti da normativa, protocolli e linee guida vigenti;
  • che siano incentivate le operazioni di sanificazione nei luoghi di lavoro, anche utilizzando a tal fine forme di ammortizzatori sociali;
  • che sull’intero territorio nazionale tutte le attività produttive industriali e commerciali rispettino i contenuti del Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID19 negli ambienti di lavoro
  • raccomandare, in particolare per le attività produttive, che siano limitati al massimo gli spostamenti all’interno dei siti e contingentato l’accesso agli spazi comuni;
  • assicurare, fermo restando il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro come principale misura di contenimento, che negli spazi condivisi vengano indossati i dispositivi di protezione delle vie aeree, fatta salva l’adozione di ulteriori strumenti di protezione individuale già previsti indipendentemente dalla situazione emergenziale;

Su tali basi il nuovo protocollo pone particolare enfasi sull’aspetto dell’ INFORMAZIONE che deve essere adeguata sulla base delle mansioni e dei contesti lavorativi, con particolare riferimento al complesso delle misure adottate cui il personale deve attenersi in particolare sul corretto utilizzo dei DPI per contribuire a prevenire ogni possibile forma di diffusione del contagio;

Le modalità di INGRESSO in azienda e quelle di RIAMMISSIONE dopo contagio COVID 19;

particolare enfasi viene posta sull’ INGRESSO IN AZIENDA DI ESTERNI ma anche sulle modalità da porre in atto in materia di PULIZIA E SANIFICAZIONE IN AZIENDA;

E, ancora, raccomandazioni per l’igiene personale dei lavoratori con messa a disposizione di disinfettanti e materiali di lavaggio per le mani,

Obbligatorio l’uso delle mascherine chirurgiche o di dispositivi di protezione individuale di livello superiore. Tale uso non è necessario nel caso di attività svolte in condizioni di isolamento

ACCESSO CONTINGENTATO A SPAZI COMUNI (Spogliatoi, docce, ecc.) con la previsione di una ventilazione continua dei locali, di un tempo ridotto di sosta all’interno di tali spazi e con il mantenimento della distanza di sicurezza di un metro tra le persone che li occupano. Provvedere alla sanificazione degli spogliatoi, per lasciare nella disponibilità dei lavoratori luoghi per il deposito degli indumenti da lavoro e garantire loro idonee condizioni igieniche sanitarie.

Assicurare un piano di turnazione dei lavoratori dedicati alla produzione con l’obiettivo di diminuire al massimo i contatti e di creare gruppi autonomi, distinti e riconoscibili;

E’ necessario il rispetto del distanziamento sociale, anche attraverso una rimodulazione degli spazi di lavoro, compatibilmente con la natura dei processi produttivi e degli spazi aziendali.

Definire orari di ingresso/uscita scaglionati in modo da evitare il più possibile contatti nelle zone comuni (ingressi, spogliatoi, sala mensa).

QUI IL TESTO DELL’AGGIORNAMENTO DEL PROTOCOLLO SIGLATO IN DATA 6 APRILE